Come donare il sangue

Il sangue che quotidianamente si impiega per la cura dei pazienti proviene dalla donazione volontaria e gratuita di molte persone.

L’Italia non è ancora un paese autosufficiente e, in questi ultimi anni, c’è stato un notevole incremento della richiesta. Pertanto, è assolutamente necessario che un numero sempre maggiore di persone in buona salute, di età compresa tra i 18 e i 65 anni, doni generosamente il proprio sangue.

 

ELENCO COMPLETO DELLE STRUTTURE TRASFUSIONALI OPERANTI IN ITALIA

 

Per verificare l’idoneità di un soggetto alla donazione e ridurre, quindi, il rischio di infezione per il ricevente, occorre eseguire un esame clinico, mirato a valutare le condizioni generali di salute del donatore, e determinati accertamenti di laboratorio (Artt.1-5 D.M.S. 15-01-91).

Nel caso del donatore periodico attivo, ovvero colui che dona il sangue presso una stessa struttura trasfusionale almeno una volta ogni due anni, annualmente vengono effettuati ulteriori esami laboratoristici e strumentali:

  • studio degli indici ematici di funzionalità epatica e renale;
  • valutazione del bilancio del ferro mediante il controllo della sideremia e della ferritinemia;
  • livelli ematici del colesterolo e dei trigliceridi.

 

Come diventare donatore per il reparto di Ematoncologia pediatrica dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma

Qualsiasi cittadino in buona salute può donare sangue per le esigenze dei bambini ricoverati presso i vari reparti dell’Ospedale Bambino Gesù.

La donazione non comporta rischi: il sangue viene prelevato attraverso l’utilizzo di kit sterili monouso e poi sottoposto a una serie di analisi volte a stabilirne l’idoneità a scopo trasfusionale, garantendo al donatore un controllo costante del proprio stato di salute.

È possibile individuare differenti tecniche di prelievo del sangue:

  • donazione di sangue intero;
  • donazione di emocomponenti (singole o multiple): il servizio Immunotrasfusionale dell’ospedale Bambino Gesù (SIMT) dispone di separatori cellulari che consentono il prelievo selettivo di:
    • piastrine
    • plasma
    • globuli rossi

Questa procedura, denominata tecnica di AFERESI, consente di prelevare il sangue intero, trattenere l’emocomponente selezionato e restituire il sangue al donatore, oppure di più emocomponenti contemporaneamente:

  • Eritroplasmaferesi: donazione di plasma e globuli rossi
  • Eritropiastrinoaferesi: donazione di globuli rossi e piastrine

 

Come diventare donatore per i bambini dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma

Per la donazione è possibile presentarsi direttamente presso i punti di raccolta interni dell’ospedale:

  • presso la sede di Roma Gianicolo, tutti i giorni dalle ore 7.30 alle ore 11.30 e la domenica fino alle ore 11.00.
  • presso la sede di Palidoro, con la sola possibilità di donare sangue intero, il martedì, il giovedì e il venerdì dalle ore 8.00 alle ore 11.30.

Per donazioni di sangue intero non è necessaria la prenotazione, mentre è richiesta per la donazione in ‘Aferesi’ di Plasma e Piastrine.

Inoltre, è possibile donare il sangue presso le strutture mobili dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù: consulta il calendario delle donazioni di sangue a Roma e nel Lazio.

Per maggiori informazioni su modalità e orari, consultare il sito dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù a questo LINK.

Siti utili

www.advsopbg.com – Associazione Donatori Volontari Sangue
www.simti.it  – Società Italiana di Medicina Trasfusionale ed Immunoematologia
www.emaferesi.it – Società Italiana di Emaferesi
www.fidas.it – Federazione Italiana Associazioni Donatori Sangue
www.aabb.org – American Association of Blood Banks
www.celltherapysociety.org – International Society for Cellular